L’Universo a volte

Volare non è non cadere mai giù,
ma aver costruito il nido in cielo.
E’ lì che ti ho incontrato.
ed è lì che sono ritornato,
dove solo lì posso ritrovarti.
Le tue ali adesso sono più forti,
hanno tatuate i tuoi occhi
e non si bruciano più al sole.
Forse non l’hanno mai fatto
e sono state sempre salde,
ma adesso lo so anche io.
L’universo a volte regala il perdono
e io sono andato e ritornato dall’inferno,
e dentro quel tuo sguardo sereno
ho rivisto i venti eterni ad indicarmi pace.
Se ogni giorno il destino avrà il suo tempo,
attenderò fino alla fine tutto il suo trascorrere.
Ti ho mostrato tutto quello che è il mio amore,
ho conosciuto di cosa è capace il tuo.
Quassù l’aria è ormai profumata e tersa,
ma a volte non respiro e ti chiedo scusa.
Il sole brucia il cranio, ma splende tutto l’anno
e nel buio profondo ogni notte regala stelle.
Laggiù in fondo alle isole del mondo,
dove trovai il tuo respiro mai dimenticato,
dove sentii per una sola volta la vita,
non mi ha mai lasciato la luce dei tuoi occhi,
non mi abbandonerà mai la tua voce amata.
E tutte le volte che vorrai volgere il pensiero a me
mi scorgerai da lontano sorriderti all’infinito.
Perchè se la vita a volte è avara,
ha mille modi per scusarsi e farsi amare.

@ilcortomaltese

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*