Binari di Nuvola

Dedicata…

Ho vagato da una vita.
Ho incontrato solo quelli come me.
Sono andato via mille volte
da mille posti diversi
e ne ho sempre trovato altri uguali.
Ho conosciuto anime e visi,
occhi e pensieri a centinaia.
Ho incontrato e accompagnato
solitudini e malinconie
Sono diventato parte di me,
per nascondere l’illusione e l’oblio.
Ho vagato per una vita
per incontrare due occhi come i tuoi.
Sono rimasto da solo a guardare il tutto di più di tutti,
che non hanno mai guardato il più poco di niente di me.
So dove si respira l’alba,
non so dove è stato mai il mio giorno.
Ho visto tanti soli crollare dietro l’orizzonte,
e ho sperato che la nuova luce nascente
potesse un giorno riportare l’emozione di un tempo.
E poi su due magnifici binari di nuvola,
ho incontrato lo splendore dei tuoi occhi.
Rari, unici, delicati e riservati.
Solo tuoi.
Verdi come i mari dei sogni.
E se anche fosse ormai tempo di tramonto,
se anche non fosse realtà, ma solo sogno,
se anche fosse o non fosse mai
non sentirò più il freddo di mille geli.
Respirerò finalmente come fa il mare e il vento,
gioirò del tempo che regala il cielo e le stelle.
Ascolterò trepidante il mio pensiero per te
la stella più luminosa di tutte le galassie.
Ritornerò sull’altopiano del mio cuore stanco
ad attendere il ritorno della mia luna perduta.
Quella degli innamorati.

ilcortomaltese©

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*